“BUSINESS PROFUGHI”: È’ tutto oro quello che luccica?

Salve a tutti i lettori.
Gradirei aprire questo mio breve articolo marcando che il razzismo non è ivi contemplato, e lungi da me inneggiarlo.
Vorrei però rompere questo silenzio quasi “dovuto”, nei confronti degli atti compiuti dagli innumerevoli immigrati in Sicilia (Lampedusa insegna), ma soprattutto a Mineo (che, ricordiamolo, ospita uno dei più grandi centri di accoglienza della regione, d’Italia e d’Europa.)
Vi parlavo di un silenzio dovuto, commenti riferiti sottovoce da balcone a balcone, da finestra a finestra o semplicemente al bar; silenzio dovuto proprio perché nessuno vuole correre il rischio, forse, di passare per inospitale, intollerante o peggio, razzista.

Ma partiamo da un presupposto positivo. Ho avuto modo di leggere sul La Sicilia del 9 Ottobre 2013 gli effetti positivi e il giovamento che la città trae da questo “Business Profughi” (solo la parola mi fa venire la pelle d’oca).
Per chi non l’avesse letto inserisco qui sotto l’immagine in Alta Risoluzione dell’articolo

La Sicilia

La Sicilia 9-10-2013 PAGINA 11

Di conseguenza faccio le mie congratulazioni sincere e non nascondo la mia compiacenza del fatto che l’economia menenina ne tragga vantaggio, perchè quantomeno i soldi li spendono qui.

Oggi tuttavia sono qui per fare l’avvocato del diavolo e mettere in nero su bianco tutti i disagi che molti conoscono, ma che nessuno nomina apertamente!

  • FURTI 

Numerosi sono i casi di furto da parte di questi immigrati, ho sentito decine di persone e commercianti affermare di aver subito furti: a volte è il cellullare, a volte i prodotti dallo scaffale ma la maggior parte delle volte, ad essere derubati sono gli agricoltori che trovano intere piante saccheggiate dei frutti dai quali (ricordiamolo) traggono profitto, spesso unico sostentamento in famiglia!

  • INTIMIDAZIONI NELLE CAMPAGNE

Più di una volta mi è stato riferito da agricoltori che questi individui sporadicamente si presentano nelle campagne chiedendo di essere assunti come operai, quando ricevono risposta negativa restano comunque nelle proprietà degli agricoltori e a volte chiedono anche soldi.
L’intimidazione è conseguenziale, molte volte chi è avanti con l’età è legittimamente spaventato a dare un rifiuto a uomini giovani e robusti.
Per farla breve, se prima un agricoltore si recava al possedimento senza alcun timore, adesso non è così.

  • VANDALISMO

Come non citare le innumerevoli palizzate e recinzioni letteralmente distrutte da ALCUNI (ci tengo a ricordarlo all’attento lettore) di questi immigrati.
Come non citare le arance verdi, ancora immature, che vengono prese dagli alberi solamente per gioco o per piacere di “far danno”!

  • SPACCIO DI SOSTANZE STUPEFACENTI

Non volevo crederci, ma i miei occhi non mi hanno mai mentito, sono stato personalmente avvicinato per sapere “se volevo qualcosa”.
Intuile rimarcare la mia indignazione.

  • INVASIONE IN PROPRIETA’ PRIVATA

Questo reato, sancito anche dalla nostra costituzione, l’ho vissuto sulla mia pelle.
Ho subito un invasione in proprietà privata da un gruppo di 4-5 immigrati che comodamente si sono accomodati nelle sedie e nel tavolo che avevo messo in veranda, entrando difatto nella mia proprietà privata, ovviamente io e la mia famiglia ci siamo attivati immediatamente segnalando alle Forze dell’Ordine l’accaduto.

  • RICICLO SIGARETTE

Sappiamo tutti che è reato sostituirsi allo stato, senza autorizzazione, nella vendita di monopoli di stato, come le sigarette.
Ebbene a Mineo è facile acquistare un pacco di Marlboro Rosse dure a 3€ o poco più, questo sistema è utilizzato per entrare in possesso di liquidità, rivendendo sigarette aquistate con i soldi virtuali che hanno al Centro Accoglienza (che ci terrei a ricordare, sono comunque soldi di tutti i cittadini europei)

  • PROSTITUZIONE

Questo punto lo vorrei lasciare senza commento. Sono disgrazie che si commentano da sole.

Ebbene, credo di aver fatto un pò di chiarezza sull’accaduto.
Un ultima volta ricordo che non mi riferisco a tutti gli immigrati, MA SOLAMENTE A CERTI INDIVIDUI CHE PRATICANO QUANTO SOPRA RIPORTATO.

Se sei un delinquente, un ladro o un vigliacco lo sei a prescindere dal colore della tua pelle!

Forse il “Business Profughi” (cit. La Sicilia) non è tutto rose e fiori.

A seguire i link di notizie che testimoniano quanto affermato:

Mineo – Furto cellulare

Violenze e prostituzione al CARA Mineo

Furti agli agrumicoltori

Ospite del CARA, Arrestato per tentata rapina

Aggressione a Bus, Automobili e Atti osceni di fronte gli studenti

In fede

Peppe Macedone

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...