“BUSINESS PROFUGHI”: È’ tutto oro quello che luccica?

Salve a tutti i lettori.
Gradirei aprire questo mio breve articolo marcando che il razzismo non è ivi contemplato, e lungi da me inneggiarlo.
Vorrei però rompere questo silenzio quasi “dovuto”, nei confronti degli atti compiuti dagli innumerevoli immigrati in Sicilia (Lampedusa insegna), ma soprattutto a Mineo (che, ricordiamolo, ospita uno dei più grandi centri di accoglienza della regione, d’Italia e d’Europa.)
Vi parlavo di un silenzio dovuto, commenti riferiti sottovoce da balcone a balcone, da finestra a finestra o semplicemente al bar; silenzio dovuto proprio perché nessuno vuole correre il rischio, forse, di passare per inospitale, intollerante o peggio, razzista.

Continua a leggere

Annunci

LXX Anniversario della morte di Salvo D’Acquisto

Salve, molti di voi commemorano anche giustamente le fosse Ardeatine, tuttavia non tutti conoscono la storia di un eroe nazionale, orgoglio dell’Arma dei Carabinieri e di tutta la patria stessa: Salvo D’Acquisto. Oggi voglio parlarvene.
Il Carabiniere che, proprio nel 1943, diede la sua vita per salvare altri italiani che stavano per essere ingiustamente giustiziati.

Continua a leggere

De Italici

Consideravo gli italiani.
Si gli ITALIANI, siamo un popolo di 60.626.442 individui sparsi nel mondo, anche se, ovviamente, il 90% si trova proprio in italia.
Ce ne sarebbero cose da dire, siamo il popolo della gestualità, siamo il popolo della Pizza, del Colosseo, del grande impero Romano, il popolo dello stato Vaticano, siamo noi.
Per mia formamentis tendo a vedere sempre la positività nella mia terra, che oggi come non mai sento mia, sento la necessità di rivendicarla.
Ma oggi voglio solamente infondere un po’ di questa mia visione al mio lettore spassionato:
Abbiamo dato natale a uomini come
Giulio Cesare, Alessandro Volta, Caravaggio, Carlo Goldoni, Michelangelo, Donatello, Maria Montessori, Leonardo Da Vinci, Galileo Galilei, Lorenzo Bernini, Giuseppe Verdi, Umberto Boccioni, e potrei scrivere per ore…
Non riesco a trattenere la mia foga nell’annunciarlo, non riesco a fare finta di nulla. E lo grido a gran voce:
IO SONO FIERO DI ESSERE ITALIANO.
Scriveva Jacob Burckhardt:
« Nell’indole delle repubbliche e dei principati di cui fin qui s’è parlato, risiede, se non l’unica, certo la più potente causa per cui gli italiani, prima di ogni altro popolo, si trasformarono in uomini moderni e meritarono di essere detti i figli primogeniti della presente Europa »

Ed io, sono onorato della mia storia, ma non perdo lo sguardo verso il futuro.
Tutti noi siamo stufi di essere derisi dal mondo, di essere il popolo delle malefatte e delle corruzioni.
Rivendichiamo e rivendicate ciò che è nostro.

Ad Maiora.

Immagine